LE RICCHEZZE NUTRIZIONALI DELLA FRUTTA SECCA

pubblicato in: Senza categoria | 0

 

download

 

Il natale porta sulle nostre tavole un gruppo di alimenti dalle varietà nutrizionali preziose: la frutta secca fonte di nutrienti essenziali comprende mandorle, noci, nocciole, pinoli, pistacchi.

La ricchezza in  proteine di elevata qualità, sali minerali come potassio, fosforo, magnesio, acidi grassi insaturi, vitamine come la E e fitocomposti, rendono una piccola porzione di questo gruppo di alimenti un concentrato smisurato di salute.

A  rivelare gli effetti benefici della frutta a guscio è stato uno studio pubblicato sul Journal of American College of Nutrition, condotto da un gruppo di ricercatori americani, che hanno analizzato i fattori di rischio per le malattie cardiache, il diabete di tipo 2 e la sindrome metabolica nei consumatori di  mandorle, noci, anacardi, nocciole, noci di macadamia, pinoli e pistacchi.

 

Dai risultati delle analisi, che hanno coinvolto un campione di 13.292 persone è emerso che chi consuma questi frutti, evidenzia alti livelli di colesterolo HDL , bassi livelli di proteina C-reattiva (marker dell’infiammazione cronica) e controllo del peso corporeo.

In particolare, chi consuma le noci ha riportato una prevalenza inferiore di quattro fattori di rischio legati a sindromi metaboliche, come obesità addominale, pressione alta, elevata glicemia a digiuno e bassi livelli di lipoproteine ad alta densità di colesterolo.

E’ importante, dunque, abbandonare idee passate secondo cui la frutta secca fa “ingrassare”, poiché una quantità di 20/25 gr al giorno risulta ottimale per la nostra salute, perché aiuta a difendersi da fattori di rischio responsabili di malattie cronico-degenerative.

 

Fonti:

Zhou D, Yu H, He F, Reilly KH, Zhang J, Li S, Zhang T, Wang B, Ding Y, Xi B. Nut consumption in relation to cardiovascular disease risk and type 2 diabetes: a systematic review and meta-analysis of prospective studies. American Journal of Clinical Nutrition. 2014 May 7;100(1):270-277.